Perugia

“Capitale” dell’Umbria, Perugia conta oggi oltre 150.000 abitanti, ed è sede di una delle prime Università d’Italia (1306), di un’importante Università per stranieri, di numerosi insediamenti produttivi e di un centro storico vasto e articolato, in una sorta di simbiosi con l’irregolare morfologia dei colli su cui è stata fondata dagli Etruschi nel IV secolo a.C.
Città etrusca quindi, con la poderosa cinta muraria, l’Arco e il Pozzo etrusco e il Museo Archeologico; ma la città è anche romana, e soprattutto libero e indipendente Comune dal Medioevo fino alla fine del 1300, quando ,dopo numerose campagne militari, fu riportata sotto il controllo dello Stato della Chiesa, controllo incerto e contrastato fino al 1540, data di fondazione della Rocca Paolina (che oggi ha all’interno il suggestivo percorso delle scale mobi) ad opera di papa Paolo III, e che segnò la fine dell’autonomia comunale dopo due secoli di guerre e di lotte.
Cuore pulsante della città è Corso Vannucci, che da Piazza Italia arriva fino al grande foro asimmetrico di Piazza IV Novembre, con la Cattedrale di S. Lorenzo, incompleta, e la splendida Fontana Maggiore, tra le massime espressioni di scultura duecentesca e d’ingegneria idraulica.
La Galleria Nazionale dell’Umbria, dentro il sontuoso Palazzo dei Priori di fronte al Duomo, è uno dei musei più ricchi d’Italia per qualità e quantità d’opere, che vanno dal Duecento-Trecento umbro e senese, al Quattrocento, fino al Rinascimento fiorentino e a quello perugino e naturalmente il Perugino e il Pinturicchio.
Imperdibili sono poi il complesso di S. Francesco al Prato e la chiesa di S. Bernardino, il Tempio di S. Angelo e il Cassero adiacente, l’imponente chiesa di San Domenico, la basilica di S. Pietro, il Collegio del Cambio affrescato dal Perugino, la Sala del Collegio della Mercanzia.

Vai al sito del Comune