Corciano

A circa dieci chilometri da Perugia, Corciano si erge su una collina coperta d’ulivi, intatta nella sua struttura di borgo medioevale e quasi defilata dal notevole sviluppo urbanistico e industriale di quella parte del suo territorio comunale più vicino al capoluogo.
Il paese di Corciano fa parte dell’esclusivo “Club dei Borghi più belli d’Italia”.
Delle due porte d’accesso di un tempo, ancora intatta è a sud porta S. Maria, da cui si accede, attraverso le poderose mura quattrocentesche, nell’abitato, fatto di case in pietra perfettamente conservate e disposte in una specie di corona sviluppatasi dentro le mura.
Al centro, in posizione sopraelevata, è la piazza Coragino, con la chiesa parrocchiale di S. Maria, medioevale rinnovata nel 1800, dove si trova il gonfalone del 1472 di Benedetto Bonfigli e una Pala del Perugino, l’Assunta, del 1513.
Da non perdere il Palazzo Municipale (XVI sec.), residenza dei della Corgna, la chiesa di S. Francesco, il Palazzo dei Priori, quello del Capitano del Popolo e il Museo della Casa Contadina. Il territorio comunale è occupato in larga parte dal Monte Malbe (652 m.), intorno al quale sono disseminati castelli e torri di guardia, in una specie di cintura protettiva del contado perugino. Da visitare è il Trecentesco Castello di Pieve del Vescovo, restaurato dall’Alessi nel 1560 e residenza estiva dei vescovi di Perugia, luogo di soggiorno di Gioacchino Pecci, futuro Papa Leone XIII, e i borghi di Solomeo, di recente restaurato, di Migiana, di Castelvieto, di S.Mariano, di Mantignana e di Chiugiana.

Vai al sito del Comune